RELAZIONE ANNUALE ATTIVITA’ 2019

 

Carissimi soci,

nel corso del 2019 è proseguita la situazione di profonda instabilità presente oramai da anni in Mali e, a causa di ciò, abbiamo dovuto confermare la decisione di non effettuare viaggi.

Siamo riusciti, nonostante queste difficoltà, a mantenere i contatti con le realtà a noi vicine.

La situazione in Mali si è ulteriormente aggravata a causa di frequenti incursioni operate da gruppi estremistici che hanno purtroppo colpito anche i villaggi dogon dove operiamo.

Nonostante il perdurare di questa situazione siamo riusciti anche nel 2019 a mantenere fede agli impegni che ci eravamo assunti con i villaggi e a immaginare nuove possibili vie da percorrere per mantenere la possibilità di proseguire la realizzazione dei progetti già preventivati.

Sul versante finanziario nell’anno 2019, avendo concluso nel 2018 la vicenda del lascito testamentario della sig.ra Lidia Garro, abbiamo iniziato ad investire i proventi ricavati nei progetti che avevamo ipotizzato.

E' per questo che, nel corso del 2019 abbiamo complessivamente avuto entrate per circa €. 7.500 a fronte di uscite di circa €. 78.000.

Abbiamo portato a termine la costruzione dell'infermeria di Telly e della scuola media di Kani Kombolè e, con la visita a Varese da parte del sindaco di Kani Bonzon avvenuta nell'estate, abbiamo rinsaldato i rapporti con la comunità del Comune e dei villaggi.

Abbiamo inoltre iniziato a ragionare su ulteriori progetti (nuovi o di mantenimento) che sono descritti dettagliatamente in seguito dai referenti.  

Naturalmente questa situazione dovrà essere seguita attentamente dal Consiglio Direttivo chiamato a deliberare i futuri interventi tenuto conto che l'avanzo registrato a causa della donazione dell'immobile di Reggio Emilia dovrà essere interamente utilizzato per il Mali.

Quando decidiamo di intraprendere un nuovo progetto cerchiamo di raggiungere sempre, qualche volta con successo altre volte meno,  quelli che sono i nostri obiettivi:

  •  Attivazione di progetti di raccolta e sfruttamento delle riserve idriche per uso agricolo e alimentare.

  •  Costruzione di una scuola che permetta di promuovere l'educazione di base per i bambini e la crescita  culturale dell'intera popolazione coinvolta valorizzando la propria identità e cultura.

  •  La promozione dello sviluppo di un servizio sanitario attraverso la formazione di personale locale.

  •  La promozione di progetti di autosostenibilità.

 

Distinguiamo i nostri progetti col nome della località dove operiamo:

In Mali con quattro progetti nei Paesi Dogon:

punto elenco

Progetto Comune di Kani Bonzon: dispensario/infermeria di Telly e scuola media nel villaggio di Kani Kombolè

punto elenco

Progetto sostegno scolastico al villaggio di Tin Tam

punto elenco

Progetto Sogodougou

punto elenco

Progetto "Casa delle Donne"

In Italia con un progetto:

punto elenco

Progetto Scuole Varesine di sostegno all'intercultura

PROGETTI DA REALIZZARE NEL CORSO DELL'ANNO 2020

punto elenco

  Prosecuzione dei progetti relativi a Tin Tam.

punto elenco

Approfondimento dello stato delle comunicazioni con il villaggio di Sodogoudou.

punto elenco

Particolare attenzione alle problematiche di aiuto alimentare e sanitario.

punto elenco

Costruzione della casa delle donne.

Molti passi sono stati già compiuti ma si tratta ora, nel corso del 2020, di avviare e di portare a compimento questi progetti: dovremo avere massima cura nell’individuare i responsabili dei singoli progetti che avranno il compito di raccogliere tutta la documentazione necessaria, i preventivi e di seguire lo sviluppo degli interventi sempre sottoponendo al Consiglio Direttivo l’approvazione di tutti i passaggi necessari.

In particolare si tratterà di portare a termine tutte le problematiche relative alla costruzione della casa delle donne e di avviare tutte le procedure necessarie per poterne realizzare la costruzione .

 

 

 
 
 
 
 
 
Il cibo
L'acqua
L'istruzione
La sanità
Il lavoro

HomeChi siamoCome operiamoI nostri progettiPaesi DogonInterculturaIniziativeSostieniciArchivioComunicazioniContatti